Radiazioni ionizzanti

Le radiazioni ionizzanti sono costituite da particelle atomiche o subatomiche o da onde elettromagnetiche (fotoni) che posseggono energia tale da ionizzare atomi e molecole, rimuovendo da questi uno o più elettroni. Le radiazioni ionizzanti possono essere di origine naturale o artificiale e derivano da:

  • processi nucleari di decadimento, fissione e fusione (raggi “alfa”, “beta” e “gamma”);
  • particelle cariche accelerate da intensi campi elettromagnetici (raggi “X”);
  • da materia a temperature estremamente elevate, come ad esempio il plasma nella corona solare.

Si usa fare una distinzione tra radiazioni “direttamente” ionizzanti e radiazioni “indirettamente” ionizzanti; al primo gruppo appartengono le particelle cariche, come gli elettroni, le particelle alfa, ecc., mentre si dicono indirettamente ionizzanti i fotoni (raggi “X” e raggi “gamma”) e i neutroni.

L’interazione delle radiazioni ionizzanti con i tessuti biologici può causare un danneggiamento delle cellule. In alcuni casi, in relazione all’intensità della radiazione e alla durata dell’esposizione, le cellule interessate possono essere compromesse e si possono verificare effetti sanitari anche severi sugli individui esposti, sia a breve che a lungo termine.

Cosa fa l’Arta

L’Arta è inserita nella “Rete di sorveglianza della radioattività ambientale”, RESORAD, che è la rete di rilevamento del Sistema Nazionale di Protezione Ambientale: le Agenzie ambientali trasmettono i dati a Ispra che, a sua volta, li trasferisce alla Commissione Europea, in ottemperanza all’art. 36 del trattato EURATOM. Il compito di garantire l’effettiva esecuzione del monitoraggio è della Regione Abruzzo, che definisce ogni anno un piano di monitoraggio attraverso il Dipartimento della Salute.

In Abruzzo l’Arta è l’organo tecnico a cui è affidata l’esecuzione del piano di monitoraggio in relazione agli aspetti ambientali, mentre sugli alimenti la responsabilità è condivisa con l’Istituto Zooprofilattico di Abruzzo e Molise “G. Caporale”. Le attività dell’Arta sono svolte principalmente attraverso la Sezione di Fisica Ambientale del Distretto Provinciale di Pescara.

Nel documento Controllo della radioattività ambientale in Abruzzo – Relazione sulle attività dell’Arta 2011-2015 sono riportati gli esiti di cinque anni di controlli eseguiti dall’Agenzia in attuazione del Piano pluriennale dei controlli definito dalla Regione Abruzzo