Notizie Arta

Pescara 21/02/2019

Arta Abruzzo approva la "Linea guida sulle prescrizioni operative standard per ciascuna delle violazioni estinguibili ai sensi della parte sesta-bis del Codice dell'Ambiente"

Con delibera n. 23 del 15 febbraio 2019 Arta Abruzzo ha approvato la Linea guida relativa alle prescrizioni operative standard per ciascuna delle violazioni estinguibili ai sensi della parte sesta-bis del Codice dell'Ambiente.

La legge n. 68 del 22 maggio 2015 ha introdotto nel Codice dell’Ambiente (Decreto legislativo n. 152/2006) la parte sesta-bis intitolata alla disciplina sanzionatoria degli illeciti amministrativi e penali in materia di tutela ambientale.

Tale parte introduce un procedimento che vale ad estinguere alcune fattispecie di reati ambientali tramite l’adempimento delle prescrizioni impartite dall’organo accertatore e il successivo pagamento in sede amministrativa di una somma pari ad un quarto del massimo dell’ammenda stabilita per la contravvenzione (art. 318-quarter). Il necessario coinvolgimento nella procedura di più soggetti tecnici ed istituzionali (organo accertatore, organo asseveratore e Ufficio della Procura della Repubblica competente per territorio) impone la predeterminazione di modalità condivise di intervento al fine di ottimizzare e rendere omogenei, nell'ambito del Distretto della Corte d’Appello di L’Aquila, gli adempimenti previsti dalla legge.

Ai fini delle asseverazioni, ogni Procura della Repubblica attiverà la procedura presso il Distretto Arta competente per territorio.

Pescara 12/02/2019

Mare colorato a Martinsicuro: Arta rileva la presenza della microalga Noctiluca scintillans, fluorescente di notte ma non tossica
foto colore acqua martinsicuro

Ieri mattina sono stati recapitati al Distretto provinciale Arta di Pescara dalla Guardia costiera di Martinsicuro alcuni campioni di acque marine e sedimento prelevati sabato scorso nel tratto di mare antistante la frazione di Villa Rosa. I controlli sono scaturiti dalla segnalazione di persone che passeggiavano sulla battigia e hanno notato la colorazione anomala dell’acqua.

Da una prima osservazione dei campioni al microscopio è emersa la significativa presenza di Noctiluca scintillans, una dinoficea eterotrofa che non produce tossine e spesso dà luogo a maree colorate, con tonalità dal rosso all’arancio durante il giorno, mentre diventa bioluminescente di notte.

Non si tratta di un fenomeno nuovo in Adriatico e in particolare in Abruzzo. La microalga planctonica Noctiluca scintillans è una specie costiera distribuita sia in acque fredde che calde. Non è particolarmente esigente dal punto di vista ambientale, vivendo e sviluppandosi a temperature comprese tra 8 e 25 °C. La sua fioritura, anche massiva, non determina conseguenze dal punto di vista igienico-sanitario e della balneabilità delle acque.

Arta ha prontamente segnalato la sua presenza al sindaco di Martinsicuro, alla Asl di Teramo e alla Regione e insieme alla Guardia costiera continuerà a monitorare il fenomeno.

Le foto aeree sono state gentilmente fornite dai Carabinieri Forestali.

foto colore acqua martinsicuro altra angolazione

Pescara 06/02/2019

Qualità dell'aria in Abruzzo, Arta avvia progetto di ricerca in collaborazione con l'università d'Annunzio

Arta Abruzzo realizzerà un progetto di ricerca sulla qualità dell’aria in Abruzzo in collaborazione con l’università “d’Annunzio” di Chieti-Pescara. L’iniziativa è stata presentata il 25 gennaio 2019 in occasione del secondo Welcome Day del dottorato di ricerca in Earthquake and Environmental Hazards, che si è tenuto nell’aula multimediale del campus dell’ateneo teatino.

Sulla base della convenzione siglata dall'Agenzia e dall’università "d'Annunzio", i due enti collaboreranno per realizzare uno studio della durata di tre anni sulla qualità dell’aria nel territorio regionale, con particolare attenzione alle aree a maggior rischio per la salute umana.

Ad illustrare obiettivi ed attività della ricerca è stato Carlo Colangeli, chimico del Distretto provinciale Arta di Chieti, coadiuvato dal tutor aziendale del progetto Sebastiano Bianco, Responsabile della Sezione Qualità dell’aria ed Emissioni in atmosfera del Distretto di Chieti.

All’evento sono intervenuti la coordinatrice del corso di dottorato in Earthquake and Environmental Hazards, Prof.ssa Giusy Lavecchia, il tutor accademico del progetto, Prof. Piero Di Carlo e i docenti del Dipartimento di Scienze psicologiche della salute e del territorio.

Pescara 25/01/2019

Rapporto 2018 sullo stato dell'ambiente della regione Abruzzo

Ben 64 saggi di una settantina di autori, raccolti in 256 pagine a colori ricche di tabelle, grafici e magnifiche fotografie del territorio. Sono i numeri del Rapporto 2018 sullo stato dell’ambiente della regione Abruzzo, realizzato dall’Arta (Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente) su incarico della Regione e pubblicato dalla casa editrice Carsa, che è stato presentato questa mattina a Pescara all’Auditorium Petruzzi del Museo delle Genti d’Abruzzo.

L’evento, dedicato al rapporto tra etica ambientale ed economia circolare, è stato trasmesso in diretta streaming sul canale Facebook dell’Agenzia, dove è disponibile il video integrale della mattinata.

Tantissime le autorità, gli esponenti di amministrazioni, forze dell’ordine, associazioni e i cittadini intervenuti. A fare gli onori di casa è stato il direttore generale di Arta, Francesco Chiavaroli, che è stato affiancato sul palco dal presidente di Ispra e del Sistema nazionale a rete per la protezione dell’ambiente, Stefano Laporta, dal nuovo presidente di AssoArpa e direttore di Arpae Emilia-Romagna, Giuseppe Bortone, Rossana Revello, che è presidente del gruppo tecnico Responsabilità Sociale d’Impresa di Confindustria Nazionale, Rosa Filippini dell’associazione Amici della Terra (principale promotrice del referendum effettuato nel 1993 per togliere la responsabilità dei controlli ambientali alle Unità sanitarie locali per affidarle ad un apposito “Servizio nazionale di protezione ambientale”, articolato in un’Agenzia centrale ed in agenzie regionali) e Generale di Brigata dell'Arma dei Carabinieri Giuseppe Vadalà, commissario straordinario di governo per la bonifica delle discariche abusive sottoposte a sanzione UE. In apertura l’Arcivescovo di Pescara, Monsignor Tommaso Valentinetti, citando l’enciclica “Laudato sì” di Papa Francesco ha definito il pianeta come una “casa comune” di tutti, senza distinzioni di razza né genere, da curare e preservare perché “appartiene ai nostri figli”.

Il rapporto, prodotto su carta e cd-rom a distanza di tredici anni dall’ultima pubblicazione, che risale al 2005, è scaricabile in versione sintetica e completa sul sito istituzionale www.artaabruzzo.it. La prefazione è firmata dal Sottosegretario alla Presidenza della Regione Abruzzo con delega all’ambiente, Mario Mazzocca, mentre ad illustrare la metodologia, le fonti e gli obiettivi del lavoro è il biologo Giovanni Damiani, già direttore tecnico di Arta Abruzzo.

Il volume si apre analizzando le dinamiche socioeconomiche della regione, gli elementi più significativi legati a natura e biodiversità, con alcuni approfondimenti su parchi e riserve regionali, e gli aspetti energetici. Procede quindi con la rappresentazione della situazione relativa ad aria, acque sotterranee e superficiali, acque marino-costiere, acque termali, impianti di depurazione, suolo e siti contaminati e gli aspetti legati a rumore, inquinamento elettromagnetico e radioattività ambientale. Sono poi trattati quelli che il Rapporto definisce “strumenti europei per la sostenibilità”: la VIA (Valutazione di Impatto Ambientale), la VAS (Valutazione Ambientale Strategica), la prevenzione e il controllo integrati dell’inquinamento, la normativa Seveso sui rischi di incidenti rilevanti, il regolamento EMAS e i sistemi di gestione ambientale. Un’ampia sezione, ricca di dati, è dedicata ai rifiuti. Infine, vengono presentati alcuni elementi conoscitivi sul clima e sulle interconnessioni ambiente-salute, per chiudere con una disamina specifica sull’educazione ambientale.

Il volume e il CD-ROM sono disponibili fino ad esaurimento scorte presso l'Urp della sede centrale di Arta Abruzzo, in viale Marconi 178 a Pescara o su richiesta (da farsi a urp@artaabruzzo.it o telefonando al numero 085/45007234) presso i Distretti di Chieti, L'Aquila, Teramo, Pescara e San Salvo-Vasto.

È possibile scaricare sia l'abstract che il rapporto completo (80 Mb) nella sezione pubblicazioni del sito.

Pescara 25/01/2019

I vertici del Sistema nazionale delle Agenzie e di AssoArpa visitano il Distretto Arta di Pescara
Vertici snpa e AssoArpa

Il presidente di Ispra, Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, e del Sistema nazionale a rete per la protezione dell'ambiente Stefano Laporta e il presidente di AssoArpa Giuseppe Bortone hanno visitato nel pomeriggio del 24 gennaio 2019 il laboratorio e gli uffici del Distretto provinciale Arta di Pescara, incontrando anche il personale dell'Area Tecnica, che ha sede al piano terra della sede di via Marconi 51.

I vertici delle due istituzioni, accolti da una rappresentanza di tutti i Distretti dell'Agenzia, sono in città per partecipare, in veste di relatori, alla Presentazione Rapporto sullo stato dell'ambiente Regione Abruzzo organizzata da Arta Abruzzo.

"E' la prima volta che i massimi rappresentanti del sistema delle Agenzie visitano una sede di Arta Abruzzo - ha commentato emozionato il direttore generale dell'Agenzia Francesco Chiavaroli - Abbiamo avuto modo di confrontarci su numerosi progetti in cantiere a livello nazionale e ho già garantito la massima disponibilità di Arta a fornire il proprio contributo, altrimenti parlare di rete non avrebbe alcun senso".

Conversando lungo i corridoi del Distretto, tra strette di mano e curiosità, Chiavaroli, Laporta e Bortone hanno condiviso idee ed esperienze su attività tecniche, rapporti con imprese e cittadini, educazione ambientale per le scuole e formazione.

Laporta, che ricopre l'incarico di presidente Ispra e SNPA da luglio 2017, sta conoscendo da vicino tutte le 21 Agenzie della rete e con Arta giunge a quota cinque.

"Dopo un primo momento in cui mi sono concentrato sulla riorganizzazione dell'Ispra - ha spiegato - ho voluto fare questo tour per rendermi conto delle risorse di cui dispone il nostro Sistema, che associo idealmente a tre aggettivi: forte, autorevole e credibile. Mi piacerebbe che il personale non percepisse l'appartenenza alla rete come astratta, ma reale, sentendosi parte di una realtà più ampia e importante. Il vostro lavoro è prezioso - ha detto rivolgendosi ai dipendenti dell'Arta - continuate a svolgerlo con competenza ma soprattutto passione, considerando l'ambiente come una vera e propria missione".

Laporta ha poi ricordato la prima Conferenza nazionale SNPA, in programma a Roma il 27 e 28 febbraio prossimi, "che ha lo scopo - ha ricordato - di presentare quello che siamo e facciamo ai cittadini".

Il presidente di AssoArpa Bortone, appena nominato, ha concluso sottolineando che "la sfida più impegnativa è mettere a sistema le eccellenze delle singole Agenzie, con un'azione unitaria ed omogenea in tutto il Paese. Dovremo fare un grande sforzo - ha affermato - per parlare la stessa lingua e garantire gli stessi livelli prestazionali, ma presentandoci e soprattutto sentendoci compatti trasformeremo l'ambiente e la sua percezione da vincolo ad opportunità di sviluppo".

Pescara 25/01/2019

Ambiente, Arta Abruzzo presenta a Pescara il Rapporto 2018 con i dati regionali
Rapporto stato ambiente 2018

Venerdì prossimo (25 gennaio) verrà presentato a Pescara il nuovo Rapporto sullo stato dell’ambiente della Regione Abruzzo. Il volume, realizzato dall’Arta su incarico della Regione e pubblicato dalla casa editrice Carsa, aggiorna al 2018 i principali indicatori ambientali dell'Abruzzo e consente di avere un’istantanea minuziosa e completa del territorio, dei suoi ecosistemi, della sua biodiversità, dei punti di forza e insieme delle sue criticità.

Il Rapporto verrà presentato all’Auditorium Petruzzi del Museo delle Genti d’Abruzzo, dalle 9.30, nel corso di un convegno su etica ambientale ed economia circolare al quale interverranno come relatori i vertici del Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente, autorità nazionali e locali, personalità di spicco del settore nonché esponenti del mondo imprenditoriale e dell’ambientalismo. Il documento, prodotto in formato cartaceo e multimediale e scaricabile sul sito istituzionale a partire dal 25 gennaio stesso, contiene i contributi dei tecnici dell’Agenzia, ma anche della Regione Abruzzo, di esperti del mondo accademico e della ricerca, insieme a quelli di professionisti al vertice di enti e amministrazioni ambientali abruzzesi.

Si apre analizzando le dinamiche socioeconomiche della regione, gli elementi più significativi legati a natura e biodiversità, con alcuni approfondimenti su parchi e riserve regionali, e gli aspetti energetici. Procede quindi con la rappresentazione della situazione relativa ad aria, acque sotterranee e superficiali, acque marino-costiere, acque termali, impianti di depurazione, suolo e siti contaminati e gli aspetti legati a rumore, inquinamento elettromagnetico e radioattività ambientale. Sono poi trattati quelli che il Rapporto definisce “strumenti europei per la sostenibilità”: la VIA (Valutazione di Impatto Ambientale), la VAS (Valutazione Ambientale Strategica), la prevenzione e il controllo integrati dell’inquinamento, la normativa Seveso sui rischi di incidenti rilevanti, il regolamento EMAS e i sistemi di gestione ambientale. Un’ampia sezione, ricca di dati, è dedicata ai rifiuti. Infine, vengono presentati alcuni elementi conoscitivi sul clima e sulle interconnessioni ambiente-salute, per chiudere con una disamina specifica sull’educazione ambientale.

«E’ una nuova partenza – commenta il direttore di Arta Francesco Chiavaroli riferendosi all’uscita del volume diversi anni dopo la precedente pubblicazione - a cui vogliamo dare continuità aggiornando innanzitutto i dati ambientali. Il Rapporto deve poter essere lo strumento conoscitivo sull’ambiente comune a tutti, con il quale i decisori, i portatori di interesse e i cittadini potranno formare la propria consapevolezza e la propria visione sulle trasformazioni e sullo sviluppo sostenibile dell’Abruzzo».

Nel pomeriggio del 24 gennaio i vertici del Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente saranno accolti dal direttore Chiavaroli e dal personale dell’Agenzia al Distretto provinciale Arta di Pescara, in viale Marconi 51. Si tratta di un ritorno in Abruzzo, dopo l'incontro della Scuola di formazione per l'alta dirigenza del sistema nazionale di protezione ambientale organizzato nel capoluogo adriatico il 12 dicembre 2017 da AssoArpa, l’Associazione delle Agenzie ambientali delle Regioni e delle Province autonome.

Scarica il programma dell'evento

Carta di Pescara
Ambiente Informa

Analisi acque di balneazione

Balneazione

Catasto elettromagnetico regionale

Link utili Elenco sorgenti
Pubblicazioni

Reporting

Tutti i documenti
prodotti da Arta

Pubblicazioni
WebGIS

Arta e territorio

Informazioni georeferenziate

WebGIS Arta
Caratterizzazione porto di Pescara

Porto Pescara

Caratterizzazione
dell'area portuale

Documenti
Sezione Regionale Catasto Rifiuti

Sezione Regionale Catasto Rifiuti

Vai