Notizie Arta

Pescara 17/07/2019

Incendio in Valle Roveto: Arta Abruzzo ha prelevato campioni di aria, acque di spegnimento e acque del fiume Liri
I tecnici dell'Arta al lavoro sul rogo

I tecnici del Distretto provinciale di L’Aquila di Arta Abruzzo, Carlo Bellina e Fabrizio Righetti, coordinati dal direttore della struttura Virginia Lena, sono intervenuti ieri sera sul luogo dell’incendio che dal pomeriggio ha interessato l’impianto di trattamento rifiuti della società GEA Srl in località “Piana della Mola”, nella zona Industriale di San Vincenzo Valle Roveto (L’Aquila).

La squadra di pronta disponibilità per le emergenze ambientali di Arta è stata allertata dalla Prefettura di L’Aquila e dal Comando dei Vigili del Fuoco di Avezzano, impegnato con il proprio personale nelle operazioni di spegnimento del rogo.

Verificata preliminarmente l’assenza di rischio radiologico, il personale Arta ha effettuato un sopralluogo e, dopo aver valutato la direzione dei fumi di combustione, ha raccolto campioni di aria nell’area dell’incendio e nelle zone limitrofe potenzialmente interessate dall’evento. In particolare, campionamenti sono stati effettuati all’altezza del bivio per San Giovanni Nuovo e in Largo Beethoven a Balsorano.

Le analisi sono in corso, anche sui campioni prelevati dai Vigili del Fuoco.

Non appena disponibili, gli esiti verranno trasmessi alle amministrazioni comunali e alle autorità competenti. Nel frattempo, a titolo precauzionale, i Comuni di San Vincenzo Valle Roveto e Balsorano hanno tempestivamente emesso ordinanze a tutela della salute della popolazione, consultabili sui rispettivi siti istituzionali.

Durante tutto l’intervento, Arta ha monitorato la qualità dell’aria all’esterno dello stabilimento con l’ausilio di analizzatore in continuo: i parametri acido cianidrico (HCN), composti organici volatili (VOC), monossido di carbonio (CO), anidride solforosa (SO2), acido solfidrico (H2S) e monossido di azoto (NO) si sono mantenuti al di sotto dei valori limite di soglia.

Nella notte i fumi prodotti dall’incendio si sono propagati fino al centro abitato di Sora, nel Frusinate, pertanto il direttore generale di Arta, Francesco Chiavaroli, è in costante contatto con il collega di Arpa Lazio, Marco Lupo, per coordinare le attività di monitoraggio dell’aria delle due Agenzie ambientali.

Continui aggiornamenti sulla situazione vengono forniti da Chiavaroli anche agli assessori regionali Emanuele Imprudente (Ambiente) e Nicola Campitelli (Rifiuti), che si sono da subito interessati all’emergenza mettendosi a disposizione per ogni eventuale necessità.

Arta sta portando avanti gli accertamenti anche oggi e continuerà nei prossimi giorni. Questa mattina i tecnici del Distretto aquilano hanno prelevato campioni di acque di spegnimento e delle acque del fiume Liri, a monte e a valle dell’impianto incendiato. Domani i biologi del Distretto verificheranno se i valori del punto di prelievo fisso sul fiume Liri, ubicato a Balsorano, hanno registrato discostamenti rispetto ai dati storici che siano riconducibili al rogo dello stabilimento GEA.

Tutti gli aggiornamenti sulle attività di Arta saranno comunicati attraverso la stampa, il sito istituzionale www.artaabruzzo.it e il profilo ufficiale Facebook.

AGGIORNAMENTO 03/07/2019 - ore 21

Le risultanze delle prime analisi sull'aria effettuate dall'Arta Abruzzo indicano, come prevedibile, un decremento significativo della concentrazione degli inquinanti con l'aumentare della distanza dall’opificio incendiato.

I campioni prelevati presso il centro abitato di Balsorano fra le ore 23 e la mezzanotte di ieri mostrano concentrazioni degli inquinanti ridotte di oltre 100 volte rispetto a quelle rilevate nella zona del rogo, ma ancora significative, tanto da giustificare le cautele adottate dall’amministrazione comunale.

Con il completo spegnimento dell'incendio, oggi intorno alle ore 18, l’emergenza fumi può dirsi conclusa. Seguiranno aggiornamenti sulle attività già svolte dall'Agenzia e quelle in corso.

AGGIORNAMENTO 05/07/2019 - ore 19

Scarica la relazione tecnica di Arta Abruzzo con gli esiti analitici

AGGIORNAMENTO 12/07/2019

Si pubblicano i rapporti di prova relativi ai campionamenti delle acque di spegnimento prelevate il 3 luglio 2019 presso l’impianto della ditta Gea Srl e delle acque superficiali del fiume Liri campionate a monte e a valle del punto di scarico dell’impianto di trattamento delle acque meteoriche della medesima ditta.

Dall’esame dei risultati analitici non si evincono coinvolgimenti significativi del corpo recettore finale.

Lettera di trasmissione
Rapporto di prova Fiume Liri - punto di monte
Rapporto di prova Fiume Liri - punto di valle
Rapporto di prova acque di spegnimento

Pescara 15/07/2019

Arta Abruzzo al seminario sui controlli ambientali SNPA organizzato da Arpa Marche
Presentazione Angela delli Paoli

Arta Abruzzo ha partecipato, il 5 luglio 2019, all'evento formativo "I controlli ambientali integrati nel sistema agenziale: programmazione, pianificazione, attuazione e risultati, metodologie a confronto" organizzato da Arpa Marche ad Ancona. L'ingegner Angela delli Paoli, del Distretto provinciale di Chieti, ha illustrato la programmazione triennale dei controlli AIA in Abruzzo, eseguita con il sistema SSPC (Sistema di Supporto alla Programmazione dei Controlli), che è lo strumento ufficiale di SNPA. Ha inoltre spiegato le modalità di esecuzione dei controlli, documentando le scelte in campo per le operazioni di campionamento e i controlli tecnico-gestionali. La trattazione si è conclusa con l'analisi di alcuni casi studio, che hanno rafforzato il taglio pratico-operativo dell'intervento.

Scarica la presentazione dell'ing. delli Paoli

Pescara 11/07/2019

Scarichi fognari direttamente nel Vibrata: operazione congiunta di Arta Abruzzo e Capitaneria di Porto di Giulianova

Un condominio di 12 appartamenti a Sant’Egidio alla Vibrata (Te) è stato multato a seguito di un controllo di natura ambientale effettuato dalla Capitaneria di Porto di Giulianova con il personale dell’Arta e della Ruzzo Reti. Durante il sopralluogo, attraverso le prove di flusso, è stato accertato che il condominio riversa gli scarichi domestici in una conduttura comunale di acque bianche che, a sua volta, trasferisce i reflui nel fiume Vibrata senza depurazione.

In pratica, il condominio non risulta allacciato alla fognatura pubblica, in violazione dell'art. 124 del decreto legislativo 152/06. È scattata così la maxi sanzione per scarico non autorizzato, con l’obbligo immediato per l’intero complesso di eseguire un adeguamento strutturale al proprio impianto per il necessario allaccio alla pubblica rete fognaria.

Pescara 11/07/2019

Arta Abruzzo al convegno internazionale sul gambero di fiume
La Dott.ssa Giansante durante il suo intervento

Il 27 giugno 2019 a Teramo, presso il Centro Internazionale per la Formazione e l’Informazione Veterinaria “Francesco Gramenzi” (CIFIV) dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise “Giuseppe Caporale”, si è svolto il convegno “Biologia, ecologia e protezione del gambero di fiume” con la partecipazione di esperti di livello nazionale e internazionale.

Al convegno ha partecipato anche il direttore tecnico di Arta Abruzzo, Carla Giansante, con un contributo su “La ricerca attiva dei gamberi d’acqua dolce alloctoni per la protezione degli autoctoni in Abruzzo”, durante il quale ha illustrato i dati sulla presenza di specie aliene, censite per la prima volta in Abruzzo.

Il gambero autoctono Austropotamobius pallipes è una specie a rischio estinzione, inserita nella Direttiva Habitat 92/43/CEE, a causa della diffusione di specie aliene che competono per il territorio e le risorse alimentari, oltre a essere spesso vettori dell’agente eziologico della “peste del gambero”, la più importante malattia infettiva dei Crostacei d’acqua dolce, causata dall’oomicete Aphanomyces astaci.

Durante il convegno si è parlato dei focolai di peste individuati in Abruzzo, della localizzazione di specie aliene nel territorio, della riduzione della presenza del gambero autoctono e della caratterizzazione dei ceppi di Aphanomyces astaci attraverso analisi di biologia molecolare a scopo epidemiologico.

La partecipazione dei portatori di interesse (tecnici, pescatori sportivi, amministratori, veterinari delle Asl e personale delle aree protette) ha dato anche una connotazione divulgativa all’evento, che ha contribuito a sensibilizzare i presenti sulle problematiche connesse con la vulnerabilità della specie.

Pescara 08/07/2019

Qualità delle acque in Abruzzo: anche il direttore di Arta Chiavaroli alla conferenza stampa di Goletta Verde

Anche il direttore generale di Arta Abruzzo, Francesco Chiavaroli, parteciperà questa mattina alla conferenza stampa di presentazione dei dati della Goletta Verde di Legambiente sulla qualità delle acque in Abruzzo.

Interverranno con lui il vicepresidente della Regione Abruzzo, Emanuele Imprudente, e il sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio. L'incontro, durante il quale saranno consegnate le 3 vele alla Costa dei Trabocchi, si terrà alle ore 10.30 presso il Trabocco Punta Rocciosa di Fossacesia, in provincia di Chieti.

Scarica il comunicato stampa di Goletta Verde

Pescara 08/07/2019

Emergenze ambientali: intervento di Arta Abruzzo per un incendio a Sant'Atto di Teramo
Incendio Teramo

La squadra di pronta disponibilità di Arta Abruzzo, composta dai tecnici Carlo Bellina e Fabrizio Righetti del Distretto provinciale di L'Aquila, è intervenuta oggi pomeriggio nella zona industriale di Sant'Atto, a Teramo, in seguito all'incendio divampato all'interno di un deposito di materiale edile. Quando il personale dell'Agenzia, allertato tempestivamente dai Vigili del Fuoco di Teramo, è giunto sul posto, le fiamme risultavano già spente. Non è dunque in atto una situazione emergenziale per quanto riguarda la qualità dell'aria. Essendo presente nel deposito materiale di varia natura, tra cui manufatti presumibilmente contenenti amianto, Arta ha richiesto la messa in sicurezza del sito, effettuata con teloni in plastica e limitazione dell'accesso. Sulle cause dell'incendio stanno indagando i Carabinieri Forestali di Torricella Sicura.

Pescara 04/07/2019

Nuovi locali a Pescara per Arta Abruzzo: la visita degli assessori regionali Imprudente e Campitelli

Questa mattina gli assessori regionali Emanuele Imprudente (Ambiente) e Nicola Campitelli (Rifiuti), il presidente della commissione regionale Bilancio e consigliere comunale di Pescara, Vincenzo D’Incecco e il presidente della Provincia di Pescara, Antonio Zaffiri, hanno incontrato il personale di Arta Abruzzo nella sede pescarese di viale Marconi 51.

Ha fatto gli onori di casa il direttore generale Francesco Chiavaroli, che li ha accompagnati in visita negli uffici dell’Area Tecnica e nei laboratori del Distretto provinciale di Pescara, attualmente ospitati rispettivamente al piano terra e al primo piano di un’ala dell’immobile che un tempo ospitava il Presidio Multizonale di Igiene e Profilassi della Asl.

Agli ospiti istituzionali il direttore Chiavaroli ha portato i saluti del presidente del Sistema nazionale a rete per la protezione dell’ambiente (Snpa) e di Ispra, Stefano Laporta; ha poi illustrato in sintesi attività e organizzazione dell’Arta, soffermandosi in particolare sui progetti di riqualificazione delle sedi provinciali dell’Agenzia.

Per quanto riguarda la struttura di Pescara, i lavori di ristrutturazione dell’ala ancora vuota dell’ex PMIP, concessa all’Arta in locazione dalla Asl tramite un comodato d’uso di durata ventennale, sono iniziati il 20 giugno scorso e dovrebbero concludersi entro il 20 dicembre 2019. La spesa complessiva ammonta a circa 600mila euro: un investimento che, con il trasferimento dell’Area Amministrativa dalla sede attualmente in affitto in via Marconi 178 ai nuovi locali, ampi circa 500 metri quadrati, consentirà all’ente di risparmiare ben 60mila euro all’anno. Il direttore ha colto l’occasione per ringraziare il presidente della Provincia Zaffiri, che è stato di grande supporto all’Arta nell’iter di appalto dei lavori.

Per gli uffici di Chieti, attualmente operativi all’interno del complesso Theate Center, è imminente la sottoscrizione di un contratto di locazione dell’immobile di proprietà della Provincia in piazza Monsignor Venturi. I lavori di ristrutturazione dovrebbero iniziare nel giro di qualche mese. Per la riqualificazione e l’adeguamento sismico dell’edificio che attualmente ospita il Distretto provinciale di Teramo, in piazza Martiri Pennesi, è stato realizzato uno studio di fattibilità tecnico-economica e si stanno reperendo i fondi necessari, pari a circa 5-6 milioni di euro.

Infine, per il Distretto provinciale di L’Aquila, che dal sisma del 2009 ha sede a Bazzano a causa dell’inagibilità dell’edificio di via Nizza in cui era ospitato dal 2007, si è in attesa dell’atto notarile con il quale verrà assegnata all’Arta una palazzina della Asl in località Collemaggio e successivamente si provvederà all’affidamento della progettazione dei lavori di riqualificazione.

Recepite le esigenze economiche per la sistemazione delle sedi territoriali e le criticità dell’Agenzia legate alla carenza di personale e mezzi, i rappresentanti regionali hanno concordato sulla necessità di reperire fondi per l'implementazione delle professionalità e della strumentazione tecnica in dotazione all'Agenzia.

Carta di Pescara
Ambiente Informa

Analisi acque di balneazione

Balneazione

Catasto elettromagnetico regionale

Link utili Elenco sorgenti
Pubblicazioni

Reporting

Tutti i documenti
prodotti da Arta

Pubblicazioni
WebGIS

Arta e territorio

Informazioni georeferenziate

WebGIS Arta
Caratterizzazione porto di Pescara

Porto Pescara

Caratterizzazione
dell'area portuale

Documenti
Sezione Regionale Catasto Rifiuti

Sezione Regionale Catasto Rifiuti

Vai