Notizie Arta

Pescara 17/03/2017

L’Arta pubblica un articolo scientifico sulle previsioni di concentrazione di polveri.

Nello scorso mese di maggio l’Arta ha partecipato alla settima edizione del convegno nazionale sul particolato atmosferico “PM2016” presentando assieme al CETEMPS dell’Università dell’Aquila, nella sessione dedicata alla “Modellistica degli aerosol”, il lavoro PM10 e PM2.5 in un'area urbana della costa adriatica: trend e previsioni mediante l'utilizzo di un modello a reti neurali ricorsivo. Da questo lavoro è stato tratto un articolo pubblicato sulla rivista scientifica Atmospheric Pollution Research. L’editore, come da prassi consolidata nel mondo della ricerca, ha messo a disposizione l’abstract dell’articolo. Questa pubblicazione, a cui hanno contribuito anche il Dipartimento di Fisica e Scienze Chimiche dell’Università dell’Aquila e il Dipartimento di Scienze Psicologiche, della Salute e del Territorio dell’Università “D’Annunzio” di Chieti-Pescara, oltre a dare ulteriore riconoscimento al valore dei nostri tecnici, conferma che le sinergie tra istituzioni permettono il raggiungimento di risultati utili per la ricerca e applicabili a casi concreti. La collaborazione tra Arta e CETEMPS nelle attività di modellistica matematica applicata all’inquinamento atmosferico proseguirà anche nel futuro, come peraltro testimonia il protocollo di intesa siglato nei giorni scorsi insieme al Comune di Pescara per collaborare nelle attività di monitoraggio e previsione della qualità dell’aria nell’area metropolitana.

Pescara 16/03/2017

Qualità dell’aria, il Ministero dell’ambiente approva l’assetto della rete regionale di monitoraggio

Alla fine dello scorso mese di febbraio, il Ministero dell’Ambiente ha comunicato alla Regione Abruzzo la definitiva approvazione del progetto di rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria. La rete, frutto di un processo di valutazione che tiene conto di tutti i riferimenti normativi, è stata interamente progettata, realizzata, messa in opera, collaudata e attivata dall’Arta per conto della Regione. La stessa Regione, alla fine del 2016, ne ha affidato la gestione all’Agenzia.

«Ci tengo innanzitutto ad affermare che questa approvazione è un importante riconoscimento per il lavoro tecnico dell’Arta – spiega il Direttore generale Francesco Chiavaroli – perché in tutte le fasi di questo processo abbiamo sempre offerto un supporto qualificato alla Regione. Venendo alla rete di monitoraggio, nel nuovo assetto ci sono 16 stazioni fisse di misura e una stazione meteo, gli analizzatori installati sono oltre 70 e viene coperto in modo rappresentativo tutto il territorio regionale secondo i requisiti del decreto legislativo 155 del 2010. Come prevede lo stesso decreto 155, inoltre, le valutazioni sulla qualità dell’aria saranno effettuate anche ricorrendo a “misure indicative” e “stime obiettive”. Pur con le difficoltà legate all’esiguità di risorse economiche e di personale garantiremo il funzionamento ottimale del sistema: le misure automatiche continueranno ad essere controllate e validate quotidianamente dai nostri tecnici per poi essere trasferite agli apparati informatici per la visualizzazione al pubblico dei dati. Con una parte del primo stanziamento economico da parte della Regione interverremo anche per risolvere gli annosi problemi legati proprio all’obsolescenza dei sistemi informatici che curano la visualizzazione dei dati».

Pescara 16/03/2017

Pollini, in Abruzzo concentrazioni più alte sulla costa

L’Arta coordina la rete regionale di monitoraggio dei pollini e delle spore fungine, costituita dalle due stazioni di campionamento collocate a L’Aquila e Pescara. Le stazioni rappresentano il grado di esposizione in due realtà distinte, quella della fascia litoranea in area densamente urbanizzata e quella della fascia pedemontana in area periferica.

Dal 13 febbraio è ripreso l’aggiornamento settimanale dei grafici dei pollini rilevati dalle due stazioni. Dai dati monitorati sinora, si può osservare che le concentrazioni registrate dalla stazione di Pescara sono in genere leggermente più alte di quelle registrate a L’Aquila. L’evidenza è riconducibile alle temperature più alte che si hanno sulla costa, laddove a L’Aquila le temperature possono scendere anche sotto lo zero, specialmente di notte. In relazione alle specie, entrambe le stazioni hanno registrato picchi di concentrazioni medio-alte per le Cupressaceae, medio-basse per Corylaceae e Populus, basse per Ulmaceae e Alnus. Sta iniziando lentamente anche la stagione delle Graminaceae e del Salix. Per quanto riguarda le spore, l’Alternaria è presente in piccole concentrazioni, grazie alle temperature basse e alla bassa umidità.

I dati del monitoraggio, aggiornati dal laboratorio di riferimento di aerobiologia del Distretto di L’Aquila, confluiscono nella Rete italiana di monitoraggio aerobiologico POLLnet dove, dal mercoledì, è possibile consultare le elaborazioni dei dati abruzzesi insieme a quelli delle altre regioni. Contemporaneamente i dati pubblicati su POLLnet vengono pubblicati anche sul sito dell’Arta nella pagina dedicata ai dati di monitoraggio di pollini e spore. I dati presenti nel bollettino il mercoledì si riferiscono al monitoraggio effettuato dal lunedì alla domenica della settimana precedente, così come indicano le date riportate nel bollettino stesso.

All’inizio di ogni anno, per ogni stazione viene stilato il calendario pollinico. Nel calendario si rappresenta in forma grafica, utilizzando indicazioni cromatiche uniformate, la previsione delle concentrazioni attese di pollini e spore per l’anno corrente. La previsione viene effettuata decade per decade attraverso un’elaborazione statistica dei risultati del monitoraggio degli anni precedenti. L’Arta pubblica inoltre report periodici sul monitoraggio sporopollinico a cura del laboratorio del Distretto di L’Aquila.

Pescara 09/03/2017

Balneazione, da lunedì i campionamenti programmati da Arta e Comune di Pescara in vista della stagione estiva

Inizieranno lunedì prossimo i campionamenti delle acque del mare e del fiume che Arta Abruzzo, d’intesa con il Comune di Pescara, effettuerà prima dell’avvio ufficiale della stagione balneare 2017 per produrre dati utili a valutare con largo anticipo la situazione della balneazione lungo il litorale del capoluogo adriatico e a predisporre eventuali interventi di risanamento nei tratti inquinati.

In considerazione della problematiche emerse nelle scorse stagioni, i due enti hanno costituito un tavolo tecnico incaricato di programmare tempestivamente le attività finalizzate al monitoraggio delle acque marine e fluviali della città.

Nel primo incontro convocato in municipio è stato fissato il calendario dei prelievi – oltre al 13, il 20 e il 27 marzo, il 3 e il 10 aprile - e stilato l’elenco dei punti di campionamento: acque del fiume Pescara in ingresso alla città; acque del fiume Pescara alla foce; acqua di balneazione nella zona prospiciente via Balilla; acque di balneazione nella zona del Teatro D’Annunzio; acqua di balneazione a Fosso Vallelunga.

Sempre Arta, su specifica richiesta dell’amministrazione comunale, svolgerà negli stessi punti del litorale campionamenti suppletivi immediatamente dopo eventi meteorici che producano sversamenti dei reflui nel fiume da parte degli impianti di sollevamento gestiti dall’Aca. I primi prelievi sono in corso oggi, dopo la pioggia intensa caduta martedì.
L’Aca si occuperà invece delle analisi sulle acque sversate: il primo prelievo verrà effettuato entro la prima ora dall’inizio dello scarico dei reflui, il secondo entro le prime cinque ore, il terzo entro le prime dieci ore.

«In vista della riapertura della stagione balneare – spiega il Direttore generale dell’Arta Chiavaroli – per cominciare ho avviato i contatti con il Comune di Pescara. A seguire, è mia intenzione interpellare al più presto tutte le amministrazioni dei centri grandi e piccoli dislocati lungo la fascia costiera regionale per attivare una capillare e proficua collaborazione sia nel monitoraggio delle acque che nell’informazione rivolta a cittadini e turisti. A tal proposito ricordo che tutti i comuni costieri abruzzesi sono presenti nella nostra applicazione web per la consultazione dei dati della balneazione da computer o smartphone, distinti per punto di prelievo o stabilimento balneare».

Pescara 09/03/2017

Ispra, il Presidente uscente Bernardo De Bernardinis nominato Commissario

Lo scorso 3 marzo, con Decreto del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Gian Luca Galletti, il prof. Bernardo De Bernardinis, Presidente uscente dallo scorso 28 febbraio, è stato nominato Commissario dell’Ispra per una durata di sei mesi, garantendo così continuità a tutte le attività e i compiti istituzionali dell’Istituto nonché a quelli che il Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente è stato chiamato a svolgere dall’entrata in vigore, lo scorso 14 gennaio, della Legge n. 132/2016 istitutiva del SNPA.

Pescara 06/03/2017

Qualità dell’aria: intesa tra Arta, Comune di Pescara e CETEMPS per il monitoraggio e le previsioni nell’area metropolitana

Arta Abruzzo, Comune di Pescara e CETEMPS (Centro di Eccellenza per l’integrazione di Tecniche di telerilevamento e Modellistica numerica per la Previsione di eventi meteorologici Severi) sigleranno un protocollo d’intesa per la promozione, lo sviluppo e il consolidamento di opportunità e iniziative di collaborazione finalizzate al monitoraggio e alla previsione della qualità dell’aria nell’area metropolitana.

L’incontro per la sottoscrizione è in programma lunedì prossimo (13 marzo) alle ore 13 a Palazzo di Città.

In base alla convenzione, le parti si impegnano reciprocamente «nell’ambito e nel rispetto delle proprie specificità e finalità istituzionali» a sviluppare in sinergia tecniche di valutazione della qualità dell’aria che integrino i dati raccolti dall’Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente tramite le centraline della rete di monitoraggio. Dovranno inoltre applicare metodologie di elevata qualità scientifica ai processi decisionali, di programmazione e sviluppo del sistema di rilevamento metropolitano, oltre a collaborare nell’organizzazione di eventi legati all’intesa e nella formazione del personale coinvolto e del personale tecnico universitario. L’ambizione comune dei vertici di Arta, Comune e CETEMPS è anche quella di partecipare congiuntamente ai tavoli istituzionali, a confronti con le imprese e a progetti in ambito europeo.

«La scadenza temporale dell’accordo – spiega il Direttore generale dell’Arta, Francesco Chiavaroli – è fissata tra tre anni, ma se conseguiremo i risultati positivi attesi potremo decidere insieme di proseguire e perfezionare le attività nel medio e lungo periodo, per contrastare fattivamente e ridurre l’inquinamento atmosferico».

Pescara 06/03/2017

Il Presidente della Regione Abruzzo Luciano D'Alfonso saluta il nuovo Direttore generale dell'Arta Francesco Chiavaroli

L’Arta Abruzzo, dopo anni di richieste, acquisirà in comodato d’uso dalla Asl di Pescara i locali dell’ex presidio multizonale di igiene e prevenzione (Pmip) di via Marconi 51, dove dopo la ristrutturazione saranno trasferiti gli uffici della Direzione centrale, attualmente ubicati in affitto in via Marconi 178.

Ad assicurare il suo impegno per la conclusione delle complesse trattative è stato il Presidente della Regione Luciano D’Alfonso, in visita istituzionale questa mattina presso il Distretto provinciale Arta di Pescara (che occupa parte dello stesso immobile dell’ex Pmip insieme all’Area Tecnica) per augurare pubblicamente un buon lavoro al nuovo Direttore generale Francesco Chiavaroli, in carica dal 13 gennaio scorso.

News image

La visita del Presidente D'Alfonso nei laboratori del Distretto provinciale Arta di Pescara.

News image

Il Direttore dell'Arta Francesco Chiavaroli, il Presidente della Regione Luciano D'Alfonso e il Direttore Amministrativo dell'Agenzia, Marco Cacciagrano.

Prima di incontrare il personale dell’Agenzia nella biblioteca intitolata al primo direttore dell’Istituto di igiene e profilassi, Antonio Montefredine, il Presidente D’Alfonso insieme a Chiavaroli ha visitato l’Area Tecnica e il Distretto, compresi i laboratori, raccogliendo ogni informazione utile sulle strutture e l’organico.
«Oggi risolviamo il problema di assegnazione all’Arta dell’altra ala di quest’edificio – ha garantito – ma vi chiedo un curriculum vitae della vostra realtà, con il numero dei dipendenti, la dotazione strumentale e un prospetto dettagliato dei costi, specificando i punti di forza e di debolezza dell’Agenzia. Vi raccomando inoltre di predisporre per tempo un piano di innovazione tecnologica, senza arrivare all’emergenza – ha esortato – così da consentire all'Abruzzo di essere ambizioso nel confronto con le altre regioni».

Oltre ad una scuola di formazione ambientale, D’Alfonso si aspetta dalla nuova stagione “Chiavaroli” un Codice dell’ambiente declinato su base regionale.
«I risultati non sono e-mail o carte – ha ammonito – il vero momento magico è l’assunzione di responsabilità e Chiavaroli ha questa impostazione mentale, che in pochi posseggono in questa regione».
«Come Arta – ha sottolineato il Direttore Chiavaroli - abbiamo la piena consapevolezza del ruolo centrale doppio che rivestiamo, per la tutela dell’ambiente e lo sviluppo sostenibile. Per questo mi sono innanzitutto adoperato per riallacciare i rapporti istituzionali a livello locale e nazionale. Tra le altre priorità ho quella di rendere l'azione amministrativa efficace e veloce, perché oggi il fattore tempo è determinante».

Al Presidente D'Alfonso, come simbolo della rafforzata sinergia tra Agenzia regionale per la tutela dell'ambiente e Regione Abruzzo, è andato il primo gagliardetto con il logo Arta, le cui riproduzioni saranno affisse nei Distretti provinciali di Chieti, L'Aquila, Pescara, Teramo, e Vasto-San Salvo.

Ambiente Informa

Analisi acque di balneazione

Balneazione

Catasto elettromagnetico regionale

Link utili Elenco sorgenti
Pubblicazioni

Reporting

Tutti i documenti
prodotti da Arta

Pubblicazioni
WebGIS

Arta e territorio

Informazioni georeferenziate

WebGIS Arta
Caratterizzazione porto di Pescara

Porto Pescara

Caratterizzazione
dell'area portuale

Documenti
Sezione Regionale Catasto Rifiuti

Sezione Regionale Catasto Rifiuti

Schede per comunicazioni semestrali (DGR 778/10)

2° semestre 2016
Scadenza 31/01/2017

Download