Emergenza idrica nel Teramano: analisi dell’Arta

Notizie Arta

Pescara 22/06/2017

Rifiuti speciali, l’Arta pubblica il report sulla produzione 2015 in Abruzzo in attesa del rapporto nazionale Ispra

Circa un milione e duecentomila tonnellate di rifiuti speciali per il 2015: è questo il dato di produzione per l’Abruzzo che l’Arta ha trasmesso all’Ispra dopo averlo calcolato dai quantitativi dichiarati dai produttori nei modelli di dichiarazione MUD. Nel report La produzione dei rifiuti speciali in Abruzzo – Anno 2015 sono rappresentati, anche ricorrendo a grafici e tabelle, i dati più significativi della contabilizzazione effettuata dall’Arta. Viene anche descritto il processo di formazione dei dati, avviato a maggio 2016 dopo le trasmissioni dei produttori e concluso a febbraio 2017, secondo i tempi e le regole stabiliti dall’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra), dopo aver svolto le attività di acquisizione, controllo, bonifica, processamento ed elaborazione su oltre 170.000 dati grezzi.

Soddisfazione è stata espressa dal Direttore generale Francesco Chiavaroli: «Ritengo importante pubblicare i dati di produzione regionale dei rifiuti speciali prima della presentazione del rapporto nazionale perché in questo modo possiamo dare in modo più chiaro le informazioni aggregate su scala provinciale e per categoria di rifiuto e tipologia di attività che lo ha prodotto. Quando poi l’Ispra presenterà il rapporto nazionale – prosegue il Direttore Chiavaroli – potremo conoscere anche l’unico dato che le Agenzie ambientali regionali non elaborano, cioè quello sui rifiuti non pericolosi da attività di demolizione e costruzione. Si tratta di un dato importante e molto rilevante in termini quantitativi: esso però può essere quantificato solo dall’Ispra perché è necessario considerare i quantitativi prodotti da soggetti che per legge sono esentati dall’obbligo di dichiarazione MUD. Il rapporto nazionale sarà comunque consultabile anche partendo dal nostro sito, in modo da facilitare la diffusione dell’informazione».

Pescara 20/06/2017

Siti contaminati, al via il 34° Congresso nazionale di igiene industriale e ambientale

Si apre il 21 giugno, a Ortona (CH), il 34° Congresso nazionale di igiene industriale e ambientale, organizzato dall’AIDII (Associazione Italiana Degli Igienisti Industriali). Per tre intere giornate, come mostra il programma dettagliato dei lavori, verranno approfonditi temi quali la valutazione del rischio nei siti contaminati, le radiazioni non ionizzanti, aspetti innovativi nella valutazione del rischio chimico e i rischi per la salute e la sicurezza in ambiente sanitario. Nell’ambito della sessione dedicata ai siti contaminati, i tecnici dell’Agenzia proporranno l’intervento dal titolo “Integrazione di tecniche innovative di screening degli aeriformi per la caratterizzazione dei siti contaminati”. Nell’ambito del congresso, nella mattinata del 21 giugno, si tiene anche il seminario gratuito Reach e CLP: strumenti di gestione.

Pescara 20/06/2017

Discariche, Arta insieme a Regione Abruzzo e Comuni per la risoluzione delle procedure di infrazione UE

«Questo è uno di quegli esempi virtuosi di collaborazione tra enti, nel caso specifico Regione Abruzzo, Arta e Comuni, che consentono di gestire le complessità approdando a risultati positivi concreti».

Il Direttore generale dell’Arta Abruzzo, Francesco Chiavaroli, ha commentato così i numeri snocciolati dal Sottosegretario alla Presidenza della Regione Abruzzo Mario Mazzocca nel corso della conferenza stampa convocata nella sede di viale Bovio a Pescara per annunciare la risoluzione delle procedure di infrazione Ue in materia di siti abusivi e discariche da bonificare che interessano numerosi Comuni abruzzesi. 
A seguito dell’intensa e complessa attività tecnico-amministrativa portata avanti dai servizi regionali competenti in sinergia con Arta e i Comuni interessati, 7 delle 25 discariche in procedura di infrazione sono state escluse dall’Unione Europea, 8 dalla Regione Abruzzo, 4 sono prossime all’esclusione e per le restanti 6 discariche sono in corso i lavori di bonifica. 

«Molti dei Comuni in infrazione – ha sottolineato Chiavaroli – sono piccoli centri che hanno difficoltà a far quadrare i conti e per i quali le sanzioni comunitarie, pari a 200mila euro a semestre, hanno rappresentato un ulteriore duro colpo al bilancio comunale. Inoltre, per alcune discariche sono ancora in corso le pratiche di esproprio di terreni privati. Di fronte a tali criticità ho chiesto ai nostri tecnici di accelerare le attività demandate ad Arta e per la discarica di Palena, ancora in attesa del provvedimento regionale di esclusione, ho convocato una riunione venerdì scorso in cui abbiamo studiato insieme al sindaco un programma operativo, formalizzando gli impegni con un accordo scritto. Oltre ad effettuare le analisi propedeutiche alla caratterizzazione delle varie aree contaminate presenti in regione – ha spiegato in chiusura il Direttore – Arta sarà chiamata ad esprimersi in sede di approvazione dei progetti di bonifica e per il monitoraggio dello stato di avanzamento dei lavori di risanamento».  

Scarica lo "Stato delle Attività" sulle discariche in infrazione UE redatto dalla Regione Abruzzo.

Leggi il comunicato stampa della Regione Abruzzo.

Nella foto, da destra: il Direttore generale dell'Arta Francesco Chiavaroli; Marco Famoso, Responsabile dell'Ufficio Attività tecniche della Regione Abruzzo; Franco Gerardini, Dirigente del Servizio Ambiente della Regione Abruzzo; il Sottosegretario alla Presidenza della Regione Abruzzo Mario Mazzocca; Emidio Primavera, Direttore del Dipartimento Opere pubbliche, governo del territorio e politiche ambientali della Regione Abruzzo. 

Pescara 05/06/2017

Pari opportunità e benessere lavorativo: istituito il Comitato Unico di Garanzia dell’Arta Abruzzo

E’ stato istituito con delibera n. 49 del 30 maggio 2017 il Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere e di chi lavora contro le discriminazioni (CUG) dell’Arta Abruzzo. 

L’organismo, previsto dall’art. 21 della legge 183 del 2010, “ha compiti propositivi, consultivi e di verifica e contribuisce all’ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico, migliorando l’efficienza delle prestazioni collegata alla garanzia di un ambiente di lavoro caratterizzato dal rispetto dei principi di pari opportunità, di benessere organizzativo e dal contrasto di qualsiasi forma di discriminazione e di violenza morale o psichica per i lavoratori”. 

Resta in carica quattro anni e può essere rinnovato una sola volta. 

Il CUG è formato da 12 componenti, di cui 6 di designazione aziendale e i restanti individuati dalle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative, ed è presieduto da un dipendente nominato dall’amministrazione sulla base della propria formazione ed esperienza lavorativa. Entro 60 giorni dalla costituzione il Comitato dovrà adottare il regolamento per il proprio funzionamento nel rispetto della Direttiva del 4 marzo 2011 emanata dal Ministro della Pubblica Amministrazione di concerto con il Ministro per le Pari Opportunità. 

Pescara 30/05/2017

Avviso

Si comunica che a far data 1° giugno p.v., tutte le attività svolte dal Distretto Provinciale di Teramo torneranno ad essere svolte nel fabbricato sito in Teramo - Piazza Martiri Pennesi, 29, giusto Decreto del Direttore Generale in data 30 maggio 2017 n. 6.

Pescara 23/05/2017

Pubblicati dall’Ispra gli atti del “7th Biannual ECOtoxicology MEeting (BECOME 2016)”

L’Ispra ha pubblicato gli [atti delle giornate di studio “L’ecotossicologia come strumento di gestione degli ambienti acquatici e terrestri”, tenutesi a Livorno dal 22 al 24 novembre 2016. Il Biannual ECOtoxicology MEeting si svolge regolarmente sin dal 2004. Anche in questa edizione, che ha contato oltre 200 iscritti, 40 comunicazioni scientifiche e 35 poster, l’Arta ha fornito il proprio contributo sia nel Comitato Scientifico sia attraverso la presentazione di due elaborati, uno sulla valutazione ecotossicologica dei sedimenti fluviali nell’ambito della caratterizzazione del SIR Saline Alento e l’altro sulla valutazione degli effetti della disinfezione con acido peracetico sulle tossicità delle acque di scarico urbane.

Negli atti si ripercorrono tutti gli argomenti trattati nelle sessioni: ecotossicologia nella gestione ambientale dei contaminanti emergenti (nanomateriali, prodotti farmaceutici, plastiche, ecc.); ecotossicologia nell’analisi del rischio ecologico; ecotossicologia nelle normative nazionali e internazionali e nello sviluppo di processi industriali. Una sostanziale novità ha poi riguardato l’affermazione del ruolo dell’ecotossicologia nell’allegato tecnico al D.M. 173/2016 che stabilisce le modalità ed i criteri per la caratterizzazione, la classificazione e l’individuazione delle possibili opzioni di gestione dei sedimenti marini da sottoporre a movimentazione.

Pescara 16/05/2017

Siti contaminati, Arta interverrà al 34° Congresso nazionale di igiene industriale e ambientale

L’Arta Abruzzo parteciperà al 34° Congresso nazionale di igiene industriale e ambientale, organizzato dall’AIDII (Associazione Italiana Degli Igienisti Industriali) e in programma dal 21 al 23 giugno prossimi ad Ortona, in provincia di Chieti. Tra i temi che verranno approfonditi nelle tre giornate figurano la valutazione del rischio nei siti contaminati, le radiazioni non ionizzanti, aspetti innovativi nella valutazione del rischio chimico e i rischi per la salute e la sicurezza in ambiente sanitario. Nell’ambito della sessione dedicata ai siti contaminati, i tecnici dell’Agenzia proporranno l’intervento dal titolo “Integrazione di tecniche innovative di screening degli aeriformi per la caratterizzazione dei siti contaminati”.

Pescara 11/05/2017

Passaggio ex Pmip da Asl ad Arta: siglato oggi a Pescara l'accordo dai Direttori Mancini e Chiavaroli 
News image

Nella foto dei due Direttori al momento della sottoscrizione del contratto.

Un’intesa importante che mette fine ad una vicenda più che decennale, quella sancita oggi tra il Direttore generale della Asl di Pescara, Armando Mancini, e il Direttore generale dell’Arta Abruzzo, Francesco Chiavaroli. 
A coronamento delle complesse trattative tra i due enti, riavviate da Chiavaroli sin dal suo insediamento alla guida dell’Arta, a gennaio, i due vertici hanno sottoscritto stamani l’atto di concessione gratuita all’Agenzia dei locali dell’ex presidio multizonale di igiene e prevenzione (Pmip) di via Marconi 51 a Pescara, dove dopo la ristrutturazione saranno trasferiti gli uffici della Direzione centrale Arta, attualmente ubicati in affitto in via Marconi 178. 

La concessione – si legge nel contratto firmato oggi – durerà venti anni, con possibilità di proroga. La spesa per i lavori di risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia e degli impianti che l’Arta dovrà effettuare per rendere sicuri e fruibili i locali è stimata in 600mila euro. 

Fondamentale, per la positiva conclusione della vicenda, la determinazione e il ruolo di “mediazione” del Presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, che all’inizio di marzo, nel presentare il nuovo Direttore dell’Arta Chiavaroli, aveva dichiarato il suo pieno impegno per l’accelerazione delle trattative con il manager Mancini, oltre che nell’interesse dell’Agenzia, in un’ottica di risparmio e ottimizzazione di risorse della pubblica amministrazione regionale. La stipula della convenzione tra Asl e Arta, dunque, costituisce un risultato di rilievo non solo per i due enti e la Regione, ma per l'intera collettività abruzzese. 

«Questo accordo – commenta il Direttore dell’Arta – per il quale voglio ringraziare tutti i miei collaboratori, così come il Direttore della Asl Mancini e il suo staff, è un traguardo significativo sotto vari aspetti. Innanzitutto ci consentirà di risparmiare le ingenti somme che annualmente Arta deve stanziare per l’affitto della sede centrale. Dopo la bonifica e ristrutturazione dell’immobile che abbiamo acquisito dalla Asl, inoltre, sarà finalmente possibile accorpare gli uffici della Direzione centrale con quelli dell’Area Tecnica, ad indubbio vantaggio delle attività amministrative e tecniche. Infine – sottolinea Chiavaroli – non è da trascurare il miglioramento del decoro urbano che la riqualificazione del cosiddetto “ospedaletto”, in disuso da anni, porterà in una delle arterie più frequentate del capoluogo adriatico». 

Carta di Pescara
Ambiente Informa

Analisi acque di balneazione

Balneazione

Catasto elettromagnetico regionale

Link utili Elenco sorgenti
Pubblicazioni

Reporting

Tutti i documenti
prodotti da Arta

Pubblicazioni
WebGIS

Arta e territorio

Informazioni georeferenziate

WebGIS Arta
Caratterizzazione porto di Pescara

Porto Pescara

Caratterizzazione
dell'area portuale

Documenti
Sezione Regionale Catasto Rifiuti

Sezione Regionale Catasto Rifiuti

Schede per comunicazioni semestrali (DGR 778/10)

2° semestre 2016
Scadenza 31/01/2017

Download