Notizie Arta

Pescara 02/03/2015

SIN di Bussi, il Ministero approva il Piano di caratterizzazione predisposto dall’Arta

Il Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, nella conferenza dei servizi dello scorso 6 febbraio, ha dato il via libera definitivo al Piano di caratterizzazione delle aree pubbliche del Sito di interesse nazionale di Bussi sul Tirino elaborato dall’Arta. Si tratta di un riconoscimento molto importante per il lavoro dell’Agenzia, che ha impegnato il massimo delle proprie risorse per definire il piano.

Il documento, atto tecnico fondamentale e propedeutico alle future attività di bonifica, disciplina dettagliatamente le indagini conoscitive sulle aree pubbliche del sito esterne all’insediamento industriale della Solvay. Il Ministero, con il parere positivo dell’Ispra, lo ha approvato unitamente al “Protocollo tecnico per il campionamento e l’analisi del soil-gas” e al “Protocollo operativo per le attività di phytoscreening”. Inoltre, è stata accolta la proposta dell’Arta di eseguire le attività preliminari alla bonifica delle aree pubbliche e private del SIN.

Pescara 27/02/2015

Qualità ambientale, il Distretto Arta di L’Aquila nella Rete nazionale di biomonitoraggio tramite licheni

L’attività di ricerca di affidabili strumenti di rilevazione dell’inquinamento atmosferico e della qualità dell’aria ha consentito di individuare indicatori biologici efficaci nell’integrare le informazioni ottenute dagli indicatori chimico-fisici già contemplati nella normativa nazionale ed europea. Particolare sviluppo ha avuto la ricerca sui licheni. Questi sono organismi particolarmente sensibili nei confronti di alcuni gas tossici, soprattutto anidride solforosa e ossidi di azoto, in quanto non riescono ad eliminare le sostanze assorbite e oltretutto, a differenza delle piante, non possiedono la cuticola protettiva risultando così facilmente vulnerabili. Nelle aree urbane ed extraurbane l’analisi della biodiversità lichenica, ovvero l’analisi delle variazioni di forma e colore, delle attività vitali e della distribuzione, consente di individuare sorgenti di inquinanti non altrimenti identificabili con i convenzionali monitoraggi.

Le tecniche di biomonitoraggio si basano sulla stima delle reazioni delle comunità licheniche epifite all’inquinamento da gas fitotossici (come detto principalmente SO2 e NOx) mediante la valutazione dell’Indice di Biodiversità Lichenica su scorze d’albero e sulla valutazione delle concentrazioni atmosferiche di metalli in traccia mediante l’utilizzo di licheni epifiti come bioaccumulatori.

L’Arta, con 32 stazioni, fa parte della Rete Nazionale di Biomonitoraggio tramite licheni coordinata dall’ISPRA. A svolgere i campionamenti è il Distretto di L’Aquila, che nel 2011 ha effettuato una campagna di biomonitoraggio su tutto il territorio regionale. Seguendo le linee guida del manuale ISPRA “I.B.L. Indice di Biodiversità Lichenica” edito nel 2001, i tecnici Arta hanno campionato i licheni di 14 stazioni a cui è stato applicato l’indice per stabilire la qualità dell’aria della zona e hanno analizzato i campioni dei licheni prelevati nelle 16 stazioni della provincia di L’Aquila, per stabilire la quantità di metalli pesanti accumulati. Le attività hanno consentito di redigere un primo rapporto tecnico.

I risultati sono stati interpretati in termini di “naturalità” (zone prive di attività antropiche e lontane da rilevanti fenomeni di dispersione di gas tossici) e di deviazione dalla condizione di naturalità, ovvero di “alterazione” ambientale.

Pescara 27/02/2015

Nasce “Officina ambiente”, la scuola di formazione dell’Arta Abruzzo.

Si chiama “Officina ambiente”: è la scuola di formazione ambientale dell’Arta, nata con gli obiettivi di favorire la condivisione di conoscenze tecniche e operative e facilitare la collaborazione tra i soggetti istituzionali che a vario titolo svolgono funzioni inerenti la protezione dell’ambiente.

E’ evidente che l’attuale quadro istituzionale di ripartizione delle competenze tra i soggetti pubblici espone tutte le azioni delle amministrazioni, pur corrette sui piani normativo, procedimentale e tecnico, al rischio di incidere solo in modo parziale o frammentario o addirittura non coordinato sul piano temporale. L’Arta, attraverso “Officina ambiente”, offrirà il proprio contributo di conoscenze per la formazione specialistica su temi ambientali di interesse comune, per l’allineamento interpretativo sulle norme ambientali e sulle modalità di applicazione e e per la condivisione di strumenti tecnici allo scopo di migliorare l’efficacia delle azioni sul territorio. La scuola, peraltro, è prioritariamente rivolta a tecnici delle amministrazioni che hanno competenze in materia ambientale ma non preclude ad alcuno la possibilità di frequentarne i corsi.

I docenti di “Officina ambiente” sono di volta in volta scelti sia nel personale Arta di consolidata esperienza tecnica e conoscenza diretta del territorio, sia tra soggetti esterni all’Agenzia dalle qualificate competenze tecniche sui temi di ciascun corso.

Nella prima fase di avvio la scuola progettato un percorso formativo rivolto al personale ispettivo del Corpo Forestale dello Stato della regione Abruzzo.

Pescara 24/02/2015

Elezioni RSU 2015

Le elezioni per il rinnovo delle Rappresentanze Sindacali Unitarie - RSU sono indette contestualmente in tutte le Amministrazioni nei giorni 3 - 4 - 5 marzo 2015. La procedura elettorale si svolge secondo fasi e tempi ben definiti, in base a quanto stabilito dall’ARAN nel protocollo sottoscritto in data 28 ottobre 2014 . Di seguito si pubblica la nota prot. n.  2368 del 23/02/2015  relativa alle determinazioni della Commissione Elettorale che indica i seggi individuati per le votazioni, gli orari di apertura degli stessi, e in allegato l’elenco delle liste elettorali con le relative candidature.

Nota prot. 2368 del 23/02/2015

Pescara 24/02/2015

Dragaggio del porto di Ortona, l’Arta effettua i rilievi batimetrici con la Motonave Ermione

Il 19 e 20 febbraio l’Arta ha eseguito i rilievi batimetrici nel porto di Ortona, in corrispondenza dell’area che si intende sottoporre alle operazioni di dragaggio. Le attività sono state svolte su incarico del Comune di Ortona.

Per rilevare l’andamento delle profondità del porto, muovendosi a bordo della Motonave Ermione, i tecnici dell’Agenzia hanno impiegato strumentazione che utilizza la tecnologia “multibeam”, con cui è possibile garantire la copertura totale dell’area e la precisione centimetrica del rilievo, grazie ad un fascio acustico che “insonifica” il fondale marino. I dati, dopo le necessarie elaborazioni, consentiranno la predisposizione delle batimetrie, che saranno trasmesse all’amministrazione comunale.

Dopo le attività di rilievo l’Arta fornirà assistenza per i carotaggi ed eseguirà le analisi dei sedimenti per la caratterizzazione del sito.

Nell’allegata galleria fotografica si può apprezzare la visione degli strumenti utilizzati dai tecnici a bordo dell’Ermione durante le attività di rilievo.

Pescara 23/02/2015

Pollini nell’aria, con i bollettini Arta situazione e previsioni on line per gli allergici.

Con l’approssimarsi della primavera si avvicina il periodo dei pollini in aria. Ogni settimana l’Arta mette a disposizione sul proprio sito un bollettino dei pollini e delle spore fungine aerodispersi di interesse allergologico.

Il “Centro di riferimento legionella e aerobiologia” del Distretto dell’Aquila gestisce la rete regionale di monitoraggio aerobiologico, composta dalle due stazioni di L’Aquila e Pescara che sono inserite nella Rete Italiana di Monitoraggio Aerobiologico POLLnet, gestita a livello di Sistema nazionale di protezione ambientale, che pubblica aggiornamenti e previsioni sulle concentrazioni polliniche nell’aria riferiti a tutto il territorio nazionale.

Con i dati rilevati dal 2012 al 2014, espressi come concentrazione di granuli per metro cubo di aria, l’Arta ha elaborato in medie decadiche i calendari dei pollini e della spora fungina Alternaria.

Gli andamenti mostrano che la stagione pollinica (cui corrisponde la presenza dei pollini in atmosfera) è lunga per entrambe le stazioni all’incirca 8-9 mesi, da gennaio-febbraio fino ai primi giorni di novembre, e la massima concentrazione di pollini si registra tra marzo e giugno a Pescara e tra marzo e settembre a L’Aquila.

Con riferimento al 2014 sono stati elaborati tre grafici. Nei primi due sono rappresentati gli indici pollinici delle due stazioni e l’indice annuale dell’Alternaria. Si nota che l’indice pollinico e l’indice annuale dell’Alternaria di L’Aquila hanno un valore nettamente più alto di quello di Pescara, per una diversa situazione vegetazionale, geografica e meteoclimatica. Nel terzo grafico, per fornire indicazioni utili anche dal punto di vista sanitario, si è posta attenzione alle concentrazioni giornaliere dei pollini aerodispersi di sette famiglie allergeniche: Betulaceae, Oleaceae, Cupressaceae/Taxaceae, Corylaceae, Compositae, Graminaceae e Urticaceae. Si nota qui che i pollini maggiormente rilevati, sia a L’Aquila che a Pescara, sono stati quelli delle specie appartenenti a Urticaceae, Cupressaceae/Taxaceae e Graminaceae; anche in questo caso i valori rilevati a L’Aquila sono stati sensibilmente più alti di quelli di Pescara.

Pescara 12/02/2015

Terre e rocce da scavo, disponibile lo schema di dichiarazione sostitutiva da trasmettere ad Arta

L’Arta ha predisposto uno schema di dichiarazione sostitutiva in merito al rispetto dei criteri in tema di riutilizzo di terre e rocce da scavo, così come previsto dall’art. 41bis, c. 1 del D.L. 69/2013 convertito con modifiche nella L. 9/8/2013 n. 98.

Nel modulo sono indicate tutte le informazioni che il proponente l’opera o il produttore dei materiali devono fornire; gli interessati possono quindi scaricare il file in formato pdf, compilare i campi previsti e indirizzare la dichiarazione al Distretto Arta competente per territorio avendo a riferimento il sito di produzione dei materiali da scavo e lo schema di ripartizione del territorio regionale riportato alla pag. 5 del modulo stesso. Si ricorda poi che sono necessarie la sottoscrizione e la presentazione unitamente alla fotocopia non autenticata di un documento di identità in corso di validità del sottoscrittore.

L’Arta è pronta a fornire tutti i chiarimenti ritenuti necessari attraverso i contatti dello sportello informativo.

Pescara 10/02/2015

I tecnici Arta hanno risolto le principali problematiche di visualizzazione dei dati di qualità dell’aria

Come segnalato lo scorso mercoledì 4 febbraio, a partire dalle 14 dello stesso giorno sono state pienamente ripristinate le funzionalità di visualizzazione degli ultimi dati rilevati di qualità dell’aria e del numero dei superamenti. Dal successivo giorno 5, con un giorno di anticipo rispetto alle previsioni, sono stati completati gli interventi che hanno consentito di ripristinare le funzionalità di esportazione dei dati.

I tecnici Arta hanno poi effettuato esami approfonditi che hanno confermato il pieno funzionamento degli apparati fisici, di rilevamento, di trasmissione e di elaborazione dei dati e hanno confermato l’iniziale ipotesi di malfunzionamento dei soli apparati cui sono demandate le funzioni di visualizzazione verso l’esterno tramite web e la fruibilità dei tools di selezione ed esportazione. L’Agenzia implementerà azioni correttive che consentiranno di migliorare il monitoraggio della funzionalità di tutti i sistemi per minimizzare i tempi di rilevamento di eventuali problematiche e, conseguentemente, ridurre i tempi di indisponibilità.

Area dipendenti

Cedolino telematico Web mail
Pubblicazioni

Reporting

Tutti i documenti
prodotti da Arta

Pubblicazioni
WebGIS

Arta e territorio

Informazioni georeferenziate

WebGIS Arta
Caratterizzazione porto di Pescara

Porto Pescara

Caratterizzazione
dell'area portuale

Documenti
Sezione Regionale Catasto Rifiuti

Sezione Regionale Catasto Rifiuti

Schede per comunicazioni semestrali (DGR 778/10)

2° semestre 2014
Scadenza 31/01/2015

Download