Notizie Arta

Pescara 18/12/2014

Capodogli spiaggiati a Vasto: le analisi dell’Arta non rintracciano radioattività nei tessuti dei tre cetacei morti.

Non risulta radioattività nei tessuti di tre dei sette cetacei Physeter Macrocephalus spiaggiati a settembre in località Punta Penna di Vasto.

Le analisi eseguite presso il Distretto provinciale Arta di Pescara su 9 campioni di tessuto animale (3 di fegato, 3 di rene e 3 di muscolo) non hanno evidenziato concentrazioni di radionuclidi artificiali al di sopra della minima attività rilevabile (MAR). I medesimi campioni sono stati sottoposti anche ad analisi chimiche per la determinazione di metalli pesanti: nelle tre tipologie di tessuto lo zinco è risultato il metallo in maggiore quantità (da 13 a 92 mg/kg), mentre arsenico, cadmio, cromo, mercurio e nichel, rilevati in concentrazioni che vanno da decimi di ppm (parti per milione) a qualche ppm, mostrano una distribuzione variabile in relazione alla tipologia di tessuto, con la presenza più apprezzabile di mercurio nei campioni di fegato. I rapporti di prova, con i risultati delle analisi di radioattività e dei metalli, sono stati trasmessi al Servizio Igiene degli Allevamenti e delle Produzioni Zootecniche del Dipartimento di Prevenzione della Asl Lanciano-Vasto-Chieti per le valutazioni di competenza.

Pescara 17/12/2014

ISPRA ha pubblicato gli atti del seminario tecnico sulla Seveso III

ISPRA ha pubblicato il rapporto “Verso la Seveso III: esperienze del Sistema Nazionale per la Protezione Ambientale nell’attuazione del D.Lgs.334/99”, che contiene gli atti dell’omonimo seminario tecnico interagenziale tenutosi lo scorso mese di giugno a Roma, in cui le Agenzie hanno fatto il punto della situazione e si sono confrontate sull’applicazione della attuale normativa sui rischi di incidenti rilevanti (D.Lgs. 334/99, cosiddetta “Seveso II”) in vista del recepimento della Direttiva 2012/18/UE, Seveso III, che entrerà il vigore il prossimo 1 giugno 2015. Oltre ai rappresentanti del Sistema Nazionale, hanno partecipato all’incontro tecnici esperti del Ministero dell’ambiente, del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, del Dipartimento della Protezione civile, dell’INAIL, delle Regioni e delle Università di Bologna e di Pisa.

Il volume riporta la sintesi degli interventi tecnici e gli elementi propositivi emersi nella tavola rotonda finale del seminario. Particolarmente apprezzato è stato il lavoro dell’Arta, che proprio in quest’ottica di passaggio dall’attuale alla futura norma, ha presentato gli aspetti tecnici emersi nelle istruttorie dei rapporti di sicurezza di stoccaggi di gas naturale in sotterraneo; questa tipologia di azienda a rischio di incidente rilevante è infatti presente in poche regioni ed è stata assoggettata solo di recente agli obblighi della Seveso II.

Dal seminario sono emerse le principali criticità e le sfide tecniche per i controlli sui rischi di incidenti rilevanti che possono essere in qualche modo ricondotte alla “eredità” del Decreto 334/99 e al potenziale impatto della Seveso III sulle disposizioni e sulle prassi vigenti.

Pescara 16/12/2014

Il 17 dicembre l’Arta erogherà un corso sulle emissioni odorigene.

L’Arta, in collaborazione con la “Progress s.r.l.”, ha organizzato il corso di aggiornamento professionale “Le emissioni odorigene” che si terrà il prossimo 17 dicembre presso la sede della Camera di commercio di Pescara. Il corso intende fornire un quadro il più possibile esaustivo sui problemi connessi alla diffusione in aria di sostanze odorigene e di sondare lo stato dell’arte delle tecnologie di quantificazione della molestia olfattiva; grazie al coinvolgimento di professionisti che quotidianamente si confrontano con queste tematiche, sarà fornito un quadro completo sui diversi aspetti del problema e sarà, inoltre, offerta la possibilità di focalizzarne le criticità con una pluralità di approcci che spaziano dalle tecniche di campionamento e analisi ai risvolti sanitari ed epidemiologici, senza trascurare le implicazioni legate all’applicazione delle normativa vigente.

Come si può evincere dal programma il corso è rivolto principalmente a tecnici delle amministrazioni che si trovano a fronteggiare problemi connessi all’insediamento sul territorio di attività a impatto odorigeno potenzialmente significativo, a professionisti che forniscono servizi di affiancamento e consulenza alle aziende e a tecnici che operano nel campo delle rilevazioni analitiche, siano esse relative allo stato di qualità dell’aria che alle emissioni in atmosfera provenienti da installazioni produttive.

Pescara 15/12/2014

Qualità dell’aria a Pescara, l’Arta si farà carico della centralina installata dalla “Gruppo Sacci S.p.A.” di via Sacco.

L’Arta ha acquisito la stazione di rilevamento della qualità dell’aria e la stazione meteorologica di via Sacco, a Pescara, trasferite all’Agenzia dalla società titolare del cementificio di Pescara, la “Gruppo Sacci S.p.A.”. Il trasferimento, naturalmente a titolo gratuito, avviene comunque nel segno della continuità, dal momento che Arta ha da sempre gestito i dati prodotti da questa centralina, curando anche il controllo in continuo e la validazione; la manutenzione degli strumenti era invece effettuata da una ditta specializzata.

La centralina di via Sacco venne installata dalla “Gruppo Sacci S.p.A.” in esito ad una prescrizione contenuta nel provvedimento di autorizzazione integrata ambientale per il cementificio di Pescara; la scelta dell’ubicazione derivò sia dalle richieste dei cittadini che dai risultati delle previsioni di ricaduta degli inquinanti, frutto dell’impiego di complessi modelli matematici. Con la cessazione dell’attività dello stabilimento, la “Gruppo Sacci S.p.A.” non è più obbligata a monitorare la qualità dell’aria; perciò la direzione della ditta ha stabilito di cedere la strumentazione di via Sacco.

«D’altro canto – ha spiegato il Direttore Mario Amicone – l’Arta ha ritenuto opportuna l’acquisizione della stazione di rilevamento perché l’area urbana circostante è strategica per la valutazione dell’inquinamento atmosferico, come peraltro stabilito nel Piano regionale per la tutela della qualità dell’aria, dove viene stabilito che questa porzione di territorio fa parte della cosiddetta “zona rossa”. Siamo consapevoli del sacrificio che questa scelta comporterà per l’Agenzia, sia in termini di impiego di risorse umane che di costi, ma non potevamo tirarci indietro. Abbiamo quindi deciso di farci carico della gestione della centralina per garantire la continuità dei rilevamenti dei di dati sull’aria di via Sacco e per consentire alla città di avere ancora a disposizione preziose informazioni sull’andamento di polveri sottili e degli ossidi di azoto».

Pescara 15/12/2014

Arta adotta nuovi test per la caratterizzazione nel sito di interesse regionale “Saline-Alento”

La Sezione “Biologia e tossicologia ambientale” del Distretto Arta di Pescara introdurrà una nuova batteria di test ecotossicologici per le indagini integrative di caratterizzazione del sito di interesse regionale (SIR) “Saline-Alento”.

Nello specifico, il grado di tossicità eventualmente associabile ai campioni di sedimento fluviale sarà individuato tramite l’utilizzo di organismi appartenenti a diversi livelli trofici: alghe della specie Pseudokirchneriella subcapitata (test acuto con esposizione a matrice acquosa per 72 ore), crostacei della specie Daphnia magna (test acuto con esposizione a matrice acquosa per 24 ore) e crostacei della specie Heterocypris incongruens (test cronico con esposizione a sedimento tal quale per 6 giorni). La scelta di questa batteria di saggi tossicologici tiene conto della rappresentatività e valenza ecologica degli organismi in funzione dell’ambiente e delle matrici da indagare, ma anche della disponibilità di metodologie standardizzate.

La significatività dei test sarà verificata ricorrendo ad un indice integrato che permetterà di associare il pericolo ecotossicologico a livelli differenti di contaminazione chimica. I tecnici Arta seguiranno i protocolli operativi riportati nel Manuale ISPRA 88/2013 “Batterie di saggi ecotossicologici per sedimenti e acque interne”.

Pescara 15/12/2014

Mobilità del personale di altre amministrazioni verso Arpa Calabria

L’Arpa Calabria ha bandito un avviso pubblico per il comando o l’assegnazione provvisoria presso l’Agenzia di personale di altre Agenzie ambientali o di altre amministrazioni. Possono manifestare interesse, nei modi e nei tempi indicati nell’avviso, i dipendenti a tempo indeterminato della pubblica amministrazione inquadrati nelle categorie equivalenti alle categorie C, D e DS del comparto del Servizio Sanitario Nazionale. Ogni altra informazione può essere reperita sul sito istituzionale dell’Arpa Calabria.

Pescara 15/12/2014

Lavoratori esposti alla contaminazione del suolo: l’esperienza di Arta presentata al convegno INAIL in Ecomondo 2014

Nell’ambito della manifestazione “Ecomondo 2014” (Rimini, 3-6 novembre 2014), l’INAIL ha organizzato il seminario “Rifiuti e siti contaminati: rischi per i lavoratori e strumenti per le aziende”, in cui l’Arta ha portato il proprio contributo con l’intervento “Confronto tra misure e stime della concentrazione in aria per la tutela dei lavoratori esposti alla contaminazione dal suolo: esperienze dell’Arta Abruzzo”; la presentazione, di cui è disponibile una sintesi dei contenuti, è stata in particolare centrata sulla esposizione a vapori di composti organici volatili. Ai lavori della giornata, accreditata anche come evento formativo ECM, hanno partecipato ricercatori di INAIL e università, tecnici del sistema delle agenzie ambientali e importanti aziende.

Pescara 11/12/2014

Sciopero  generale del 12 Dicembre 2014

In riferimento allo sciopero proclamato dalla Confederazione sindacale UGL, dalle Confederazioni sindacali CGIL e UIL, dalla Confederazione CSE e dalla Confederazione CSA  per il giorno 12 Dicembre 2014 si comunica che l'ARTA Abruzzo garantirà i servizi minimi essenziali.

Area dipendenti

Cedolino telematico Web mail
Pubblicazioni

Reporting

Tutti i documenti
prodotti da Arta

Pubblicazioni
WebGIS

Arta e territorio

Informazioni georeferenziate

WebGIS Arta
Caratterizzazione porto di Pescara

Porto Pescara

Caratterizzazione
dell'area portuale

Documenti
Sezione Regionale Catasto Rifiuti

Sezione Regionale Catasto Rifiuti

Schede per comunicazioni semestrali (DGR 778/10)

2° semestre 2014
Scadenza 31/12/2014

Download