Notizie Arta

Pescara 27/03/2015

(Dis)informazione ambientale e allarmismo, convegno di Ordine dei giornalisti e Arta a Pescara

(Dis)informazione ambientale e allarmismo” è il titolo del convegno-dibattito che si terrà a Pescara il prossimo 21 aprile, dalle 9.30 alle 13.30, nell’Aula magna dell’Istituto “Di Marzio-Michetti”. L’evento rientra nel programma di formazione professionale continua dell’Ordine dei giornalisti d’Abruzzo ed è organizzato in collaborazione con l’Arta Abruzzo.

Il programma della giornata tratterà gli aspetti più significativi della complessa relazione tra “dovere” e “capacità” di informazione. Ne parleranno il Direttore tecnico dell’Arta, Giovanni Damiani, e i cronisti Alessandro Biancardi, direttore della testata on-line Primadanoi.it, e Pietro Lambertini, de Il Centro; in platea, oltre ai giornalisti, anche alcune classi dell’istituto accompagnate dai docenti e dal dirigente scolastico Carlo Frascari.

Pescara 26/03/2015

Mobilità volontaria per un posto da collaboratore tecnico professionale architetto- ingegnere part-time al 60%

In esecuzione della delibera del Direttore Generale n. 237 del 27/11/2014 e della determina dirigenziale n. 1460 del 03/12/2014 , l’Arta ha indetto un avviso di mobilità volontaria ex art. 30 del D.Lgs. 165/2001 per la copertura di un posto da collaboratore tecnico professionale architetto - ingegnere, cat. D CCNL Comparto Sanità, con rapporto di lavoro part-time al 60% e sede di lavoro a Pescara.

La figura si occuperà prevalentemente di valutazioni ambientali di piani urbanistici e relative varianti. Dai link seguenti è possibile scaricare il testo dell’avviso e lo schema di domanda.

Maggiori informazioni nella sezione bandi di concorso

Pescara 25/03/2015

Fatturazione elettronica

L’Agenzia rende noto che, a partire dal 31 Marzo prossimo, sarà possibile accettare unicamente le fatture trasmesse in via elettronica, secondo il modello previsto dall’Allegato A del Decreto Ministeriale n. 55 del 3 aprile 2013 che ha fissato la decorrenza del provvedimento.

La relativa Legge n. 89 del 2014, vieta alle Pubbliche Amministrazioni di ricevere fatture se non in formato elettronico di tipo xml, standard pubblicato sul sito FatturaPa.gov.it (http://fatturapa.gov.it), con firma elettronica qualificata o digitale, inviata attraverso il sistema di interscambio (Sdi) gestito dall’Agenzia delle Entrate.

L’Agenzia ha individuato un codice univoco per ogni struttura organizzativa. Si riportano di seguito i codici assegnati ad ogni struttura:

STRUTTURA

CODICE UNIVOCO UFFICIO

NOME UFFICIO

SEDE CENTRALE

UF6BTO

Uff_eFatturaPA

DISTRETTO PROV.LE DI TERAMO

HXCINR

Ufficio fatturazione Distretto
di Teramo

DISTRETTO PROV.LE DI PESCARA

AY9BP1

Ufficio fatturazione Distretto
di Pescara

DISTRETTO PROV.LE DI CHIETI

TY7U79

Ufficio fatturazione Distretto di Chieti

DISTRETTO PROV.LE DE L’AQUILA

9Z3Z6Y

Ufficio fatturazione Distretto L’Aquiila

DISTRETTO SUB-PROV.LE DI VASTO/SAN SALVO

Q8DQBF

Ufficio fatturazione Distretto
di San Salvo

Il codice univoco deve essere inserito obbligatoriamente nel campo “codice destinatario”. Si tratta di un’informazione che deve essere necessariamente presente nella fattura in quanto rappresenta l’identificativo che consente il recapito corretto al destinatario.

Pescara 25/03/2015

Comunicazione del Direttore Generale alla Direzione della Tesoreria Ufficio Enti CARIPE

In relazione alla mancata presa in carico dei mandati di pagamento relativi agli – stipendi del mese di marzo – dei dipendenti di questa Agenzia si

DIFFIDA

Codesta Direzione del Servizio Tesoreria ad adempiere puntualmente al prescritto obbligo contrattuale provvedendo puntualmente entro il 27 marzo p.v., alla erogazione di quanto dovuto ai citati dipendenti, riservandosi ogni azione legale successiva per eventuali, danni, disagi e degli interessati e della immagine dell’Agenzia.

Con l’occasione si fa presente che questa Agenzia con delibera n. 34 dell’11 marzo scorso ha comunque e preventivamente richiesto l’anticipazione di cassa per quanto necessaria contro l’importo massimo di € 1.041.300,00 come prescritto dall’art. 9 del vecchio contratto di tesoreria con la ex – CARIPE SpA di Pescara.

Si precisa inoltre che:

  1. Con delibera n. 19 del 25.01.2012 questa Agenzia ha aderito alla Convenzione del Servizio Tesoreria della Giunta Regionale che prevede l’impegno da parte dell’ATI comprendente codesto Istituto di Credito di assumere in qualsiasi momento i Servizi di Tesoreria degli Enti Strumentali della Regione alle condizioni e norme previsti per il Servizio di Tesoreria Regionale;
  2. Tali condizioni comprendono espressamente all’art. 19 l’obbligo da parte del Tesoriere di “pagamento delle rate dei mutui, degli stipendi e delle rate di tributi anche in deroga ai limiti  contrattuali per accertati ritardi dei trasferimenti dovuti da parte della Regione”, così come precisato nella succitata delibera n. 34 dell’11 marzo scorso.
  3. In subordine si chiede di provvedere al pagamento degli stipendi del solo personale del comparto escludendo per il momento gli stipendi dei Dirigenti e della Direzione Generale come da allegato elenco.

Si resta in attesa di assicurare di quanto richiesto.

Comunicazione Direttore Generale

Pescara 25/03/2015

Arta e Comune di Ortona hanno siglato la convenzione per le attività di caratterizzazione dei sedimenti portuali

Dopo aver eseguito i rilievi batimetrici e aver elaborato il progetto di caratterizzazione del porto di Ortona, l’Arta Abruzzo si appresta a realizzare le attività d’indagine propedeutiche alle operazioni di dragaggio. La convenzione stipulata con il Comune di Ortona affida infatti all’Agenzia i campionamenti e le analisi dei sedimenti marini presenti nell’area portuale, attività che saranno svolte secondo le previsioni del Decreto Ministeriale 24/1/1996 e del “Manuale per la Movimentazione dei Sedimenti Marini” redatto da ICRAM-APAT nel 2007. I tecnici dell’Agenzia avvieranno i prelievi non appena l’amministrazione comunale avrà ultimato la ricognizione e la bonifica dei residuati bellici subacquei presenti nel porto.

Pescara 25/03/2015

Pubblicati i risultati della campagna di monitoraggio della qualità dell’aria a Lanciano.

L’amministrazione comunale di Lanciano, mossa dalla rappresentazione di disagi lamentati da residenti della località denominata Villa Martelli, ha chiesto all’Arta di eseguire una campagna di rilevamento della qualità dell’aria nella zona. L’indagine è stata svolta dal 24 novembre al 19 dicembre 2014 posizionando il laboratorio mobile del Distretto Arta di Chieti sulla Via per Treglio, in una posizione prossima a vari stabilimenti che operano nei settori agroalimentare e metalmeccanico, in un’area attraversata dall’arteria che collega Lanciano, la zona industriale e artigianale e varie contrade (Villa Martelli, Severini, Mozzoni, S.Giorgio e Paglieroni) agli svincoli autostradali dell’autostrada A14 e alla costa. La posizione in cui è stato collocato il mezzo mobile, secondo la classificazione dell’Unione Europea, qualificherebbe una stazione di monitoraggio come “stazione da traffico in area suburbana”.

Gli inquinanti monitorati sono stati monossido di carbonio (CO), ossidi di azoto (NO, NO2, NOx), ozono (O3), PM10, benzene, toluene, m-xilene, idrocarburi policiclici aromatici (IPA); sono state inoltre effettuate alcune analisi di benzo(a)pirene e metalli sulla frazione delle polveri PM10 e sono stati rilevati velocità e direzione del vento, temperatura, umidità e pressione atmosferica.

La Relazione monitoraggio aria Lanciano 2014 riporta gli esiti della campagna di misura. Tenendo nella dovuta considerazione il fatto che la durata della campagna (26 giorni) consente solo una valutazione indicativa della qualità dell’aria, soprattutto se ci si riferisce a limiti e valori obiettivo fissati dalle norme che, in molti casi, hanno una base temporale di calcolo molto più ampia, si possono comunque anticipare alcune informazioni significative sulla maggiore o minore rilevanza di alcune problematiche.

Innanzitutto, il complesso dei dati rilevati mostra in modo chiaro la criticità rappresentata dall’intenso traffico veicolare che interessa la Via per Treglio. Si nota infatti che soprattutto nelle ore di punta le concentrazioni di alcuni inquinanti hanno raggiunto livelli ragguardevoli, se paragonati con rilevamenti effettuati su siti con caratteristiche simili. In più, si è osservato che nell’arco di una giornata i picchi massimi degli inquinanti sono sincroni all’avvio e al termine dei turni delle varie attività.

Sul piano delle concentrazioni, va detto però che nel periodo di monitoraggio queste sono quasi sempre rientrate nei limiti indicati dal D.Lgs. 155/2010. Si è rilevato un superamento – anche piuttosto ampio – del valore limite di 50 μg/m3 per il PM10 ma, come ben rappresentato nella relazione, questo è direttamente legato a lavori di manutenzione che in quel giorno sono stati effettuati a bordo carreggiata nei pressi del laboratorio mobile; tolto tale outlier, il valore più alto registrato per il PM10 è stato di 37 μg/m3.

Infine, riguardo a una delle doglianze espresse dai residenti della zona, che lamentano disagi olfattivi, va detto che gli analizzatori di cui dispone l’Arta non consentono la ricerca di tutte le possibili sostanze odorigene che potrebbero esserne causa.

Pescara 20/03/2015

Valutazione Ambientale Strategica, l’Arta fornisce il supporto nei tempi richiesti dalle amministrazioni

L’Arta si occupa di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) dal 2008 con un gruppo di lavoro multidisciplinare istituito presso l’Area Tecnica. Da allora l’Agenzia – che nell’ambito dei diversi procedimenti definiti dalla norma riveste il ruolo di Autorità con competenze ambientali – si è vista pervenire 692 richieste di parere, 91 delle quali riferite al 2014.

Le richieste riguardano prevalentemente strumenti di pianificazione generale, tipicamente Piani regolatori generali o loro varianti, o altri piani o programmi su scala comunale, quali ad esempio i piani di ricostruzione, i piani di lottizzazione, i piani di classificazione acustica comunale. Meno frequenti sono invece le richieste di parere su strumenti di pianificazione a livello provinciale, regionale o statale, tra i quali si possono citare i Piani di sviluppo industriale o di sviluppo rurale, i Piani regionale o provinciali di gestione rifiuti, i Piani di cooperazione transfrontaliera, e tanti altri.

L’Agenzia ha sempre avuto come obiettivo quello di offrire il proprio supporto tecnico in tempo “utile”, in modo da consentire alle amministrazioni competenti di chiudere i procedimenti nei tempi previsti dalle norme: si può senz’altro affermare che questo obiettivo viene pienamente raggiunto, dal momento che le strutture tecniche dell’Arta rispondono nei tempi attesi.

Andando oltre i numeri, che pure sono significativi e testimoniano l’attenzione che l’Agenzia pone nella cooperazione con le altre amministrazioni, va sottolineato come il lavoro svolto negli anni, basato su un’elevata qualità tecnica dei pareri e improntato ad una costante interlocuzione con le amministrazioni richiedenti, ha consentito certamente di offrire strumenti per orientare al meglio le azioni di valutazione delle autorità competenti.

E’ stata poi avviata una “operazione trasparenza”, potenziata nel corso degli anni, tanto che oggi è possibile consultare i pareri espressi dall’Arta a partire dal 2011 impiegando un database web interamente sviluppato e aggiornato con risorse interne.

Infine, l’Agenzia partecipa alle attività del gruppo di lavoro interagenziale “Monitoraggio Piani VAS” coordinato dall’ISPRA e nato con la principale finalità di individuare un set di indicatori omogenei da utilizzare a livello nazionale per il monitoraggio dei piani e programmi sottoposti a VAS; il gruppo periodicamente produce pubblicazioni e documenti specifici sul tema.

Area dipendenti

Cedolino telematico Web mail
Pubblicazioni

Reporting

Tutti i documenti
prodotti da Arta

Pubblicazioni
WebGIS

Arta e territorio

Informazioni georeferenziate

WebGIS Arta
Caratterizzazione porto di Pescara

Porto Pescara

Caratterizzazione
dell'area portuale

Documenti
Sezione Regionale Catasto Rifiuti

Sezione Regionale Catasto Rifiuti

Schede per comunicazioni semestrali (DGR 778/10)

2° semestre 2014
Scadenza 31/01/2015

Download